Home Ambiente e Protezione Civile Berzo Demo. Procedere alla bonifica dell’area ex Selca

Berzo Demo. Procedere alla bonifica dell’area ex Selca

0
0

Nel comune di Berzo Demo dal 29 ha operato una fabbrica di produzione elettrodi che si è trasformata in azienda per il trattamento dei rifiuti speciali l’Ex Selca. Nel 2009 è intervenuta la Magistratura con un sequestro delle aree: i rifiuti non erano trattati come di dovere ed era necessario lo smaltimento e la messa in sicurezza. M5S ha chiesto, con una interpellanza, all’Assessore all’ambiente se il Governo si è adoperato per la messa in sicurezza, se l’Assessore ha incontrato il sindaco di Berzo Demo e se Regione Lombardia non intende intervenire direttamente per la bonifica dell’area.

L’assessore all’ambiente Giulia Terzi ha spiegato che il comune dal 2012 in via sostitutiva aveva proceduto per l’attivazione per la bonifica. Nel 2013 il Comune ha trasmesso al curatore fallimentare una richiesta per 385 mila euro per la bonifica. Nel 2014 la Regione ha ingiunto alle parti coinvolte di emettere la somma richiesta dal Comune. Dallo scorso luglio ci sono stati numerosi incontri tra le parti, comune  e regione, concentrati sullo stato dell’area e sulle conseguenze ambientali in caso di protratta inattività: l’area è effettivamente da mettere in sicurezza con attività definitive.

Per Dario Violi, consigliere del Movimento 5 Stelle Lombardia: “La Giunta, al di là dei tempi dilatati anche a causa degli ostacoli posti dalla curatela fallimentare, ha operato correttamente. Ci attendiamo però maggior celerità nella messa in sicurezza dell’area. La salute dei cittadini non può e non deve attendere e la prossimità dell’ex Selca con il Fiume Oglio rende necessario un intervento immediato”.

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali