Home Expo Expo. PD e Lega: rimpallo di responsabilità intollerabile. Poteri a Cantone per contrasto alla corruzione

Expo. PD e Lega: rimpallo di responsabilità intollerabile. Poteri a Cantone per contrasto alla corruzione

0
0

“Il rischio di non finire le opere in tempo per l’apertura di Expo espresso da Maroni rappresenta solo un ennesimo rimpallo di responsabilità in quella che è ormai un teatrino dell’assurdo”, così Giampietro Maccabiani, portavoce di M5S Lombardia.

“Da giorni il Governo nicchia sui poteri di intervento sugli appalti Expo che M5S ha chiesto siano affidati al più presto al Presidente dell’ANAC Cantone o al Commissario Unico Expo Sala, ma è ancora tutto miseramente bloccato.  Maroni chiede al PD di agire, il PD chiede a Maroni di rimboccarsi le maniche.

La realtà è che nessuno si muove per decapitare il sistema dilagante di affarismo tra partiti e imprenditoria azionando un sistema di interventi efficaci sugli appalti sulle grandi opere. Che a sbrogliare la matassa ci sia chi l’ha creata non fa ben sperare per l’esito della partita e per le tasche degli italiani che vedranno, ancora una volta, le spese per grandi opere inutili gonfiarsi e le casse dei partiti ingrassare”, conclude Maccabiani.

Silvana Carcano, consigliere del Movimento 5 Stelle aggiunge e conclude: “Oggi volevamo portare in consiglio regionale una mozione urgente per chiedere di dare potere di revoca degli appalti a chi di competenza. La Lega non ha voluto appoggiare la mozione, dichiarando solo a voce di voler essere incisivi su questo tema”.

 

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali