Home Expo Expo. Appalti, Cantone d’accordo con M5S su revoca in caso di corruzione

Expo. Appalti, Cantone d’accordo con M5S su revoca in caso di corruzione

0
4

Roma 18 giugno 2014 – Cantone smentisce il governo sulla revoca degli appalti pubblici in caso di tangenti. Revoca necessaria, senza se e senza ma: così ha detto il magistrato anti corruzione presidente dell’Anac Raffaele Cantone durante l’audizione questa mattina in Commissione Ambiente.

Proprio ieri il Movimento 5 Stelle ha presentato un ordine del giorno (a firma Massimo De Rosa) che impegnava il governo a revocare gli appalti pubblici alle società implicate in casi di corruzione. «Il nostro ordine del giorno ieri è stato bocciato dal governo – spiega il deputato M5S De Rosa – ma Cantone proprio stamattina ha detto che questa sarebbe la strada giusta. Oggi, infatti, con la normativa vigente, la clausola di revoca è facoltativa tanto che proprio nel caso Expo, come ha raccontato Cantone, è stata esclusa dall’applicazione».

Cantone ha poi assicurato che nei prossimi giorno sarà pubblicato un interessante dossier su Infrastrutture Lombarde. “Ben venga – commenta De Rosa – la posizione del presidente Cantone sulla necessità di trasparenza negli appalti e di maggiori poteri di controllo sulle partecipate statali: è proprio quello che anche il Movimento 5 Stelle chiede da sempre”.

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali