Ambiente e Protezione Civile Gianmarco Corbetta Monza

Desio. Cava Molinara o Cava della n’drangheta, primi passi verso la bonifica

molinaraIl Consiglio regionale ha approvato all’unanimità un ordine del giorno – proposto dal Consigliere Regionale del Movimento 5 Stelle, Gianmarco Corbetta – che porterà alla realizzazione delle attività di caratterizzazione della Cava Molinara di Desio. Nel sito, tristemente noto come cava della ‘ndrangheta, si stima siano stipati circa 180 mila tonnellate di rifiuti abusivi e in parte pericolosi. L’ordine del giorno invita la Regione Lombardia a farsi carico dei costi (stimati attorno ai 150 mila euro) di caratterizzazione del sito, e cioè della ricognizione del tipo di rifiuti nella cava che è l’attività propedeutica alla bonifica. L’ordine del giorno fa seguito alla visita della Commissione Regionale Antimafia a Desio di qualche settimana fa durante la quale tutti i commissari avevano preso l’impegno ad intervenire.

Gianmarco Corbetta, consigliere del Movimento 5 Stelle, dichiara: “Sono molto soddisfatto del risultato raggiunto. Le attività che chiediamo alla regione sono propedeutiche alla bonifica. Nessuno infatti sa che tipo di rifiuti la ‘ndrangheta ha sversato nel sito trasformandolo in una discarica abusiva. La Cava Molinara è nota a livello nazionale come la Gomorra del Nord e fino ad oggi le istituzioni non se ne sono occupate. L’impegno della Regione, sottoscritto da tutti i partiti presenti in Consiglio Regionale, è ora nero su bianco. Vigileremo perché finalmente un passo obbligato verso la bonifica sia concretamente effettuato. Ci teniamo a ringraziare tutte le forze politiche per il sostegno all’ordine del giorno che abbiamo presentato”.

Articoli Correlati

Approvato anche in Consiglio regionale il documento che punta alla valorizzazione e tutela del fiume Chiese

Carolina Russo De Cerame

Perché l’anno nuovo è iniziato molto bene

Carolina Russo De Cerame

Pazzo io o pazzo questo clima?

Carolina Russo De Cerame