Home Expo Lettera aperta al dottor Giuseppe Sala, commissario unico di Expo 2015 e amministratore delegato di Expo 2015 S.p.A.

Lettera aperta al dottor Giuseppe Sala, commissario unico di Expo 2015 e amministratore delegato di Expo 2015 S.p.A.

0
0

Gentile dottor Sala,

a poco più di quattro mesi dall’arresto del direttore della divisione construction e dismanting di Expo Angelo Paris, assistiamo a una ricaduta dalla medesima indagine che interessa ora il suo vice Antonio Acerbo, da Lei nominato il 31 maggio 2013 per ricoprire le funzioni di garanzia e controllo dell’andamento delle opere essenziali e delle opere connesse che sono oggetto del Tavolo Lombardia, e di quelle relative al progetto Vie D’Acqua.

Come già per Paris, possiamo immaginare che la Sua fiducia possa essere stata tradita anche nel caso di Acerbo, qualora dalle indagini – che devono naturalmente fare il loro corso – emergessero analoghe certezze di illeciti.

In un momento indubbiamente delicato sia per l’immagine complessiva dell’evento che per il ruolo da Lei ricoperto, come MoVimento 5 Stelle Milano Le rivolgiamo una richiesta di trasparenza che, qualora esaudita, non farebbe che rafforzare la percezione della buona fede con cui Lei – con la parte sana delle Istituzioni interessate – proseguirà nella non facile impresa di condurre in porto l’evento Expo 2015.

Chiediamo pertanto che ci vengano trasmessi i dettagli analitici di due voci rilevanti del conto economico del bilancio d’esercizio 2013 di Expo 2015 S.p.A.: gli “studi e servizi da terzi” pari a oltre 20 milioni di euro, e gli “altri servizi” pari a circa 6 milioni di euro, che nella nota integrativa del bilancio sono esposti in modo aggregato.

La finalità è quella di poter visualizzare nominativi e ragioni sociali, con importi e descrizione del servizio svolto, di quanto fatturato a Expo 2015 S.p.A. e quindi contabilizzato per le due voci suddette.

Siamo certi che la nostra richiesta – per quanto irrituale – rientri appieno nello spirito del codice etico di Expo 2015 S.p.A., che all’articolo 2.10 “assicura ai propri azionisti tutta l’informazione rilevante disponibile per orientarsi nelle decisioni di investimento e nelle delibere societarie, garantendo il pieno e libero accesso a tutta la documentazione ritenuta utile”.

Nel nostro piccolo di cittadini milanesi e rappresentanti eletti nei Consigli di Zona e nel Consiglio comunale, ci consideriamo infatti idealmente un po’ alla stregua di micro-azionisti della società da Lei presieduta.

Con i più cordiali saluti

Seff Abdel Aziz – Consigliere M5S Zona 2 Patrizia Bedori – Consigliere M5S Zona 3 Danilo Boni – Consigliere M5S Zona 4 Mattia Calise – Consigliere Comunale M5S Milano Claudio Rovelli – Consigliere M5S Zona 6 Tiziano Creola – Consigliere M5S Zona 7 Paolo Conconi – Consigliere M5S Zona 7 Stefano Limido – Consigliere M5S Zona 8 Paolo Carraro – Consigliere M5S Zona 9 Antonio Laterza – Consigliere M5S Zona 9

tags:

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali