Home Diritti e pari opportunità Expo, il luogo meno adatto per la Giornata Mondiale Umanitaria
Expo, il luogo meno adatto per la Giornata Mondiale Umanitaria

Expo, il luogo meno adatto per la Giornata Mondiale Umanitaria

0
1

gmu

Oggi a Expo si svolge la Giornata Mondiale Umanitaria, ma se è vero che per dare la più ampia visibilità alle crisi umanitarie che flagellano il nostro pianeta era necessario scegliere il luogo che più di ogni altro oggi è sotto i riflettori, non possiamo far finta di non sentire una nota stonata nella sinfonia dei buoni propositi.

Perché noi non dimentichiamo le contraddizioni e i paradossi di questa manifestazione universale. Amministratori e politici che al grido di “Nutriamo il pianeta” hanno disboscato e deturpato il nostro territorio per costruire centinaia di chilometri di autostrade inutili, hanno aperto le porte alle multinazionali del junk food e invitato gli studenti delle scuole lombarde a visitare la manifestazione in cambio di sconti sui panini di Mc Donald’s, hanno incentivato a raggiungere l’area espositiva con l’auto per giustificare la costruzione di parcheggi perennemente vuoti. Senza contare  tutta la questione ancora irrisolta sulle bonifiche dei terreni su cui sorge l’opera a cui si lega il destino (indefinito) dell’area una volta finito Expo2015.

Anche noi vogliamo unirci al coro di #shareumanity, perché nel mondo ci sono emergenze nemmeno minimamente paragonabili ai nostri problemi, che spesso sfociano in emergenze alimentari. Ma è ipocrita parlare del dramma dell’alimentazione nel mondo e intanto prendere i soldi degli sponsor, da Mc Donald’s, Coca Cola, Nestlé e Monsanto che nulla hanno a che vedere con i principi di sovranità alimentare, biodiversità e filiera corta, espressi tra l’altro anche dalla ‘Carta di Milano’, l’eredità di Expo.

Tutto quello hanno fatto i politici per Expo è andato nella direzione contraria allo scopo di questa importantissima giornata mondiale: suscitare un più profondo senso di cittadinanza globale. Invece di unire questa Expo ha diviso, ha allontanato ancor di più i cittadini da chi dovrebbe rappresentarli.

M5S Lombardia

 

 

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali