Home Eugenio Casalino Risoluzione politiche europee. La maggioranza non c’è più, firmino divorzio anche su Milano
Risoluzione politiche europee. La maggioranza non c’è più, firmino divorzio anche su Milano

Risoluzione politiche europee. La maggioranza non c’è più, firmino divorzio anche su Milano

0
1

La maggioranza oggi si è spaccata sul voto alla Risoluzione N. 55, concernente il programma di lavoro della Commissione europea per l’anno 2016 e le politiche dell’Unione europea di maggiore interesse per il tessuto socio-economico lombardo, che non è passata in Consiglio Regionale.

“La maggioranza non c’è più, il governo regionale affonda nella palude. Ironia della sorte l’accozzaglia di leghisti, ciellini, e forzisti è crollata sulle sue bandierine ideologiche e propagandistiche. Ora non vengano a dire ai milanesi che la coalizione di centro destra c’è ed è solida. Milano non deve finire in mano a una guerra di bande di partito. Come a Roma firmino le carte per il divorzio. In Lombardia hanno dimostrato oltre ogni limite la loro incapacità, risparmino la stessa pena ai milanesi”, così il capogruppo del M5S Lombardia, Stefano Buffagni sul voto contrario alla risoluzione sulle politiche europee.

Eugenio Casalino, consigliere regionale del M5S Lombardia, motiva il voto contrario del M5S Lombardia: “Siamo gli unici che hanno avuto il coraggio di dichiarare subito voto contrario a questa risoluzioneche ci vedeva in dissenso su molti punti. Tempo buttato per inseguire i mulini a vento della maggioranza che avremmo potuto meglio utilizzare per migliorare la vita dei lombardi”.

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali