Iolanda Nanni Notizie Territorio, trasporti e infrastrutture Video

Treni Milano-Brescia. L’Assessore ai trasporti Sorte se ne deve andare

Per incapacità manifesta l’Assessore Sorte se ne deve andare. Non è stato all’altezza di frenare gli appetiti commerciali di Trenitalia sulla Milano-Brescia mentre i pendolari venivano, ancora una volta, ostacolati con l’ennesima limitazione del numero di treni regionali a favore dei Freccia Rossa. Peggio, per mettere un cerotto per qualche mese alla sua abissale incapacità, la Regione Lombardia stanzierà risorse pubbliche per far viaggiare su treni di lusso i pendolari. Il caso Milano-Brescia è solo l’inizio di una lotta commerciale tutta a favore dei privati che avrà ricadute pesantissime sui pendolari già vessati sa soppressioni e ritardi quotidiani. Già immaginiamo quello che potrebbe accadere sulla Milano-Genova.

Il fatto è gravissimo ed evidenzia l’assoluta mancanza di autorevolezza di Regione Lombardia e dell’Assessorato Regionale ai Trasporti che si fa bagnare il naso da TRENITALIA senza essere in grado di tutelare i diritti dell’utenza lombarda della linea Milano-Brescia.

La Maggioranza e il PD continuano a riempirsi la bocca di promesse per i pendolari mai mantenute. Si vergognino”, così Iolanda Nanni, consigliere regionale del M5S Lombardia, commenta l’approvazione di una mozione sul caso del cambio di programmazione sulla linea ferroviaria Milano-Brescia.

Articoli Correlati

Da Regione No al rimborso abbonamenti Trenord per il mese di luglio. Di Marco: “Pendolari beffati dopo i disastri delle ultime settimane”

Riforma Parco Agricolo Sud Milano: firma anche tu per fermare lo scippo del centrodestra lombardo

Di Marco: «Il Superbonus 110% traina la ripresa in Lombardia con 21 mila cantieri e 4 miliardi di investimenti»