Dario Violi Notizie Sanità e Politiche Sociali

Videosorveglianza residenze per anziani: bastava un bando, alla faccia della semplificazione normativa!

Il Consiglio regionale della Lombardia ha approvato, con l’astensione del M5S, la legge per l’installazione di sistemi di videosorveglianza nelle residenze per anziani.Non siamo contrari alla presenza di telecamere nelle residenze, ma questa legge è davvero poca cosa. Per aprire un bando, come fa questo provvedimento, non serviva una legge specifica, ma la Giunta regionale poteva stanziare serenamente le risorse nell’ambito del suo mandato. Siamo insomma all’opposto della semplificazione normativa. Quanto alla sicurezza degli anziani, abbiamo forti dubbi che alcune telecamere nei corridoi possano fare da deterrente a violenze che spesso avvengono nelle stanze. Questa maggioranza è convinta evidentemente che tutti i problemi delle RSA lombarde si risolvano con qualche telecamera. Altrove si parla già di cohousing con una qualità di vita superiore per i degenti e di modelli di residenza che consentono importanti risparmi. In Lombardia le famiglie sono costrette a vedere la casa di proprietà per garantire agli anziani l’assistenza che meritano. E’ di questo che il M5S avrebbe voluto discutere e non di un provvedimento sostanzialmente inutile.

Dario Violi – Consigliere regionale del M5S Lombardia

Articoli Correlati

#SaliAbordo: il M5S Lombardia incontra i territori

Commissione d’inchiesta Covid assenti Fontana e Moratti. Di Marco : «Ingiustificabile mancanza di rispetto»

Carolina Russo De Cerame

In Commissione Sanità le modifiche alla riforma Moratti, Fumagalli: «Correzioni sostanziali, altrimenti il Governo avrebbe impugnato la legge»