Iolanda Nanni Notizie

Sì a Ema a Milano e al Pirellone.

A quanto pare Maroni ha dato il via libera per ospitare a Palazzo Pirelli la sede dell’Agenzia europea del farmaco (Ema), che abbandona Londra dopo la Brexit. Se non sono stati in grado di partorire, in tutta Milano, un’alternativa al Pirellone, il Consiglio Regionale si trasferisca a Palazzo Lombardia per ottimizzare risorse e costi. E’ una soluzione ideale, anche nell’ottica di una razionalizzazione della spesa e di una reale valorizzazione delle istituzioni. Le risorse risparmiate dalla politica potranno essere investite per le piccole e medie imprese e per il rilancio del comparto produttivo lombardo. Per di più l’avvicinamento logistico fra Consiglio e Giunta Regionale non potrà che giovare alla sinergia delle azioni istituzionali, agevolando la frequenza di incontri e confronti fra assessori e consiglieri. Se la politica è intesa come servizio si metta il “Pirellone”, che è dei cittadini e non dei politici, a disposizione del futuro e dello sviluppo della Lombardia. Chiediamo però, a fronte di quello che riteniamo comunque essere un sacrificio per Regione Lombardia, che il Governo autorizzi l’abbinamento del Referendum sul federalismo differenziato alle prossime amministrative di giugno 2017 .

Iolanda Nanni – Capogruppo del M5S Lombardia.

Articoli Correlati

Caro bollette: «Via addebito bancario, rateizzazione automatica, l’extra costo a carico di chi fa extra profitti. Chi ha svenduto i servizi pubblici ora ci metta la faccia»

Redazione Staff

Superbonus 110%: Lombardia si conferma al primo posto per asseverazioni. Il Movimento lavora per il Nord e per le imprese

Redazione Staff

Centrodestra salva La Russa, Di Marco: «Anche in Regione Lombardia comanda Fratelli d’Italia»

Redazione Staff