Home Andrea Fiasconaro La Lombardia si impegna a sostenere i sistemi bibliotecari delle province.
La Lombardia si impegna a sostenere i sistemi bibliotecari delle province.

La Lombardia si impegna a sostenere i sistemi bibliotecari delle province.

0
0

Il Consiglio regionale della Lombardia ha approvato, con l’astensione del Movimento 5 Stelle, una legge che prevede interventi di sostegno per i sistemi bibliotecari della Città Metropolitana di Milano. L’assemblea ha approvato anche un Ordine del Giorno del M5S che impegna la Lombardia alla riallocazione in capo alla regione “delle funzioni amministrative delle politiche culturali per le biblioteche di tutte le province lombarde“. Ovviamente, dopo anni di tagli, siamo assolutamente favorevoli al rilancio dei sistemi bibliotecari di Città Metropolitana. La cultura è una risorsa strategica fondamentale per lo sviluppo e merita tutto il sostegno della Lombardia. Purtroppo rimane aperto il nodo delle risorse e da qui la nostra astensione sul provvedimento. Maroni stanzia fondi solo per quel che resta del 2017, e, al momento, non sono previsti finanziamenti per i prossimi due anni. Senza nessuna idea dei finanziamenti che avranno a disposizione le biblioteche non possono programmare le attività o potenziare l’offerta con l’obbiettivo di crescere in attrattività. Siamo soddisfatti comunque dell’approvazione di un nostro ordine del giorno che impegna la Giunta regionale a valutare di riprendersi le competenze amministrative sui sistemi bibliotecari ora delegate alle province, esattamente come ha fatto con questo provvedimento per la Città metropolitana. Può essere utile in termini di riorganizzazione del sistema, efficientamento e per un accesso a maggiori risorse. Negli ultimi anni le province hanno faticato a sostenere le biblioteche o le hanno abbandonate al loro destino”.

Andrea Fiasconaro – Portavoce Regionale del M5S Lombardia

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali