Comunicati stampa Dario Violi Legalità e trasparenza Notizie Paola Macchi

Mantovani entra da plurinquisito in Commissione Sanità, Maroni resta in silenzio.

Questa mattina Mario Mantovani, ex assessore della Sanità già arrestato per corruzione e reindagato solo ieri per lo stesso reato all’interno della maxi inchiesta sulle infiltrazioni della ‘Ndrangheta in Lombardia, è entrato a far parte della Commissione regionale Sanità.

E’ l’ennesima dimostrazione che a parole Maroni promette pulizia, ma nei fatti si smentisce da solo, dato che poi non riesce nemmeno ad arginare l’ingombrante presenza in Lombardia di un politico travolto da scandali contro la pubblica amministrazione, fingendo che la cosa non lo riguardi. E’ una questione di opportunità: la Lombardia non può e non deve ospitare in Consiglio regionale indagati per corruzione. Le responsabilità politiche di queste vicende, che danneggiano l’onorabilità di dieci milioni di lombardi e l’immagine della stessa Regione, sono indiscutibilmente di Roberto Maroni.

Dario Violi e Paola Macchi – Consiglieri regionali del M5S Lombardia.

Articoli Correlati

Riforma Parco Agricolo Sud Milano: firma anche tu per fermare lo scippo del centrodestra lombardo

Di Marco: «Il Superbonus 110% traina la ripresa in Lombardia con 21 mila cantieri e 4 miliardi di investimenti»

In Commissione Sanità le modifiche alla riforma Moratti, Fumagalli: «Correzioni sostanziali, altrimenti il Governo avrebbe impugnato la legge»