Antimafia Monica Forte Notizie

La portavoce Monica Forte rinuncia al doppio stipendio

Nel Movimento 5 Stelle siamo abituati a scelte di buon senso, che ci contraddistinguono, ci differenziano dai partiti e ci aiutano restare incollati alla realtà. Una di queste è la rinuncia ai privilegi di cui ancora gode la classe politica. Lo abbiamo fatto quando siamo entrati nell’istituzione regionale nella scorsa legislatura, rinunciando al pass auto che permette ai consiglieri di circolare su tutte le corsie riservate di Milano a bus e taxi, rinunciando a due terzi di uno stipendio esagerato per donarlo alle piccole e medie imprese. E lo continuiamo a fare in questa, dove tutti i portavoce continuano a restituire parte del proprio stipendio come da promessa con i cittadini, dove Dario Violi ha rinunciato al doppio stipendio che gli spetterebbe per la carica di Segretario in Ufficio di Presidenza e dove Monica Forte ha rinunciato a oltre mille euro di doppio stipendio che le spetterebbe in qualità di Presidente della Commissione Antimafia. Noi, facciamo così.

 

Articoli Correlati

‘Ndrangheta, decine di arresti a Como. Erba: «Serve un tavolo di confronto provinciale. La battaglia per la legalità va combattuta ogni giorno»

Carolina Russo De Cerame

Giuseppe Conte a Milano: il MoVimento riparte con Milano e la Lombardia

Carolina Russo De Cerame

Commissione Antimafia: terzo anno di attività