Home Dario Violi Linea M4 ancora un cantiere, perché Sala è intoccabile?
Linea M4 ancora un cantiere, perché Sala è intoccabile?

Linea M4 ancora un cantiere, perché Sala è intoccabile?

0
3

“Il verbale firmato 6 marzo 2012 sanciva l’obiettivo definitivo: una prima tratta di tre stazioni da aprire entro l’Expo 2015. Si trattava delle tre fermate di Linate Aeroporto, Quartiere Forlanini e Forlanini FS.” Così riporta Wikipedia alla voce “Linea M4 Metropolitana di Milano”. E invece oggi, a metà 2018, l’M4 è ancora un miraggio e ai milanesi resta un cantiere a cielo aperto, rendendo un inferno la vita di chi risiede nelle zone interessate dai lavori. Disservizi e rumori molesti proseguiranno a lungo e Sala si giustifica dicendo che non ha mai nascosto che i metrò costano. Magari aveva già pensato al piano B con l’aumento dei biglietti ATM?

Il Comitato per la legalità, trasparenza e efficienza amministrativa di Palazzo Maroni ha definito l’opera “anche a Milano si consuma la pessima abitudine di non concludere un’opera pubblica nei tempi prestabiliti, aprendo la strada ad aumenti di spesa pubblica a cui nessuno è chiamato a rispondere.

Giuseppe Sala è riuscito nell’impresa di fallire su tutti i fronti, né da amministratore delegato di Expo né da sindaco di Milano è riuscito a dare alla città l’opera promessa ai cittadini.
Non si capisce bene di quale tutela goda, quali crediti abbia nei confronti della stampa per rimanere intoccabile anche di fronte a disastri come questo. Non ci pare che Milano, dove smog e traffico la fanno da padrone, sia un esempio di città europea, sostenibile, vivibile. E con l’aumento dei biglietti ATM all’orizzonte sarà sempre peggio. Cosa deve fare di peggio Sala per essere trattato al pari degli altri sindaci?

Dario Violi – Consigliere Regionale M5S Lombardia

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali