Home Dario Violi 100 giorni di governo Fontana: la Lombardia è ferma
100 giorni di governo Fontana: la Lombardia è ferma

100 giorni di governo Fontana: la Lombardia è ferma

0
3

Possiamo dire con certezza almeno una cosa sull’amministrazione lombarda: dopo i primi 100 giorni è completamente ferma. Fontana e la sua giunta non si stanno nemmeno avvicinando alla risoluzione dei problemi più stringenti di Regione Lombardia, cioè quelli relativi alla sanità e ai trasporti.

Tanto per dirne un paio: Trenord è stata smembrata e vive una situazione di precarietà mai vista finora, che sta ricadendo per l’ennesima volta su pendolari; la riforma sanitaria, d’altro canto, che prevede la presa in carico dei malati cronici, si sta rivelando un vero e proprio fallimento. Nei Paesi avanzati l’obiettivo a cui tendere è la personalizzazione delle cure, non la loro standardizzazione, come invece si vuol fare qui in Lombardia.

Ma i problemi non finiscono qui: pensate al casello di Agrate, un costo in termini di tempo e denaro per tutti i brianzoli che usano l’auto per andare al lavoro a Milano. Avevamo chiesto che il pedaggio fosse abolito, ma la maggioranza ha preferito bocciare la nostra proposta, dettata dal buonsenso.

E poi ci sono sempre i nodi di Pedemontana e dell’area Expo, la prima un’infrastruttura che così com’è stata pensata è inutile, oltre che fuori tempo massimo, la seconda un’area ormai priva di attrattività che da sempre viene amministrata con procedure di emergenza.

E poi il turismo, un altro fallimento di questa giunta, che invece di pensare a un programma per valorizzare tutto il territorio lombardo in Italia e nel mondo devolve gran parte delle risorse a operazioni già attrattive, come ad esempio il Gran Premio di Monza. 

Insomma, più che al terzo mese di lavoro sembra che questa giunta stia ancora cercando, senza troppi sforzi e con pochissimi risultati, di capire come si governa una regione come la Lombardia.

Dario Violi – Consigliere Regionale M5S Lombardia

tags:

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali