Home Ambiente e Protezione Civile Terreni contaminati Carpiano: il M5S incalza sui tempi della bonifica
Terreni contaminati Carpiano: il M5S incalza sui tempi della bonifica

Terreni contaminati Carpiano: il M5S incalza sui tempi della bonifica

0
2

L’iter di bonifica dei terreni contaminati di Carpiano sono ancora in alto mare, e oggi si è svolta in Commissione Ambiente l’audizione dei Sindaci di Carpiano e Landriano, con esiti deludenti.

Nel merito, il consigliere del M5S Lombardia Nicola Di Marco dichiara: “L’audizione odierna è stata molto rituale, ma con scarsi risultati, in primis sul punto per noi dirimente di fissare tempi certi per la bonifica dei terreni contaminati che si trascina dal 2011, e che è ancora nella fase primitiva dello studio di caratterizzazione dei rischi, vale a dire che non siamo neppure certi che la bonifica verrà effettivamente realizzata. Ho già depositato questa estate un’interrogazione per sollecitare un cronoprogramma certo, e la risposta ricevuta fu che non era necessario. Intanto i cittadini aspettano risposte concrete, e sono preoccupati.

Preoccupazione che emerge anche dalle numerose firme raccolte dal Comitato locale per l’ambiente e la salute, che mi sorprende non sia stato convocato all’audizione in quanto è stato ed è un soggetto protagonista in questa vicenda. Ricordo chiaramente quando il Comitato, insieme all’ex Consigliera Iolanda Nanni, iniziò nel 2015 a raccogliere firme per chiedere un intervento istituzionale risolutivo: quel giorno io ero presente come cittadino ed attivista.

Per comprendere la gravità della situazione è utile ricordare che la contaminazione di cui parliamo riguarda diverse sostanze pericolose sia per la salute che per l’ambiente, in concentrazioni che sforano ampiamente i limiti di legge, fra cui metalli pesanti, diossine, furani, PCB.

La prima interessata a procedere speditamente alla bonifica sarebbe proprio l’azienda proprietaria dei terreni: compirebbe un’azione meritoria ed eviterebbe ulteriori esposizioni mediatiche sulla vicenda.

Data la gravità della situazione, come M5S non staremo a guardare, e intendiamo continuare a incalzare Regione sia per garantire tempi certi per la bonifica, sia per garantire che venga effettuato anche il monitoraggio della falda. Ai tavoli dell’iter di bonifica Regione Lombardia gioca un ruolo centrale, sia direttamente sia indirettamente tramite le controllate ARPA e ATS: chiediamo quindi che intervenga con fermezza a tutela dei cittadini, dell’ambiente e della salute.

L’opinione pubblica è venuta a conoscenza del caso della contaminazione di terreni a Carpiano grazie all’azione del M5S in Regione e agli interventi, nella scorsa Consigliatura, della Consigliera Iolanda Nanni, che hanno portato al campionamento di carni e latte dagli allevamenti siti nei pressi dei terreni contaminati. In questa Consigliatura non demorderemo, al contrario continueremo a chiedere con fermezza che si giunga infine a una risoluzione positiva di questo caso che molto e a ragione allarma i cittadini”.

tags:

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali