Notizie Territorio, trasporti e infrastrutture

Pendolari, preparatevi a due anni di inferno

Questa mattina si è tenuta in Commissione regionale Territorio e Infrastrutture l’audizione di Marco Piuri, amministratore delegato di Trenord. Purtroppo non ci sono buone notizie per i pendolari.
Sono stati illustrati dati terrificanti sul peggioramento del servizio (vedi immagine). Il piano per il rilancio del trasporto lombardo che aspettavamo non si è visto. In compenso, si è capito che ci saranno dei tagli al servizio ferroviario, che su alcune tratte potrà essere effettuato anche con i bus, e che non ci sarà nessun cambiamento sensibile sulle linee per i prossimi 24 mesi! Due anni, ancora due anni in condizione da terzo mondo!

Le linee diesel di tutta la Lombardia, che sono le più deboli e distanti dai grandi centri, saranno le più colpite. Si taglia sulle zone di confine, quelle dove i cittadini fanno più fatica a muoversi. Così non si va da nessuna parte, non si interviene drasticamente senza prima aver avviato un’alternativa sulla rete ferroviaria. Queste manovre servono solo a far incazzare le persone. Il servizio è già ampiamente compromesso e probabilmente peggiorerà. Trenord si è mostrata ancora una volta incapace di tutelare i pendolari e i viaggiatori lombardi, in linea con la colpevole gestione della storica maggioranza politica lombarda che per anni ha ignorato i pendolari e minimizzato i problemi arrivando solo oggi ad ammettere i mancati investimenti e la cattiva gestione del servizio.
Stiamo davvero toccando il fondo.

M5S Lombardia

Articoli Correlati

Da Regione No al rimborso abbonamenti Trenord per il mese di luglio. Di Marco: “Pendolari beffati dopo i disastri delle ultime settimane”

Riforma Parco Agricolo Sud Milano: firma anche tu per fermare lo scippo del centrodestra lombardo

Di Marco: «Il Superbonus 110% traina la ripresa in Lombardia con 21 mila cantieri e 4 miliardi di investimenti»