Notizie

Nuovo processo a Maroni: Regione si costituisca subito parte civile!

E’ di oggi la notizia della richiesta del pm Giovanni Polizzi di rinvio a giudizio per l’ex governatore della Regione e per il direttore generale di Infrastrutture Lombardia (Ilspa), Guido Bonomelli, per il contratto di cui ha beneficiato l’architetto Giulia Capel Badino. Se confermato il rinvio a giudizio a Maroni, Regione Lombardia ha il dovere di costituirsi immediatamente parte civile e chiedere i danni. Sembrerebbe infatti che l’ex Presidente della Lombardia abbia fatto pressioni indebite per assumere in una società della regione una architetto già candidata alle elezioni nel 2013 nientemeno che nella Lega. Con un incarico rinnovabile di 20 mila euro  per 6 mesi, suppergiù 3300 euro al mese. Così si calpestano merito, regole e competenze. Nelle aziende pubbliche devono lavorare persone selezionate con concorsi e non i conoscenti dei politici. Anche in questo caso, se le accuse saranno confermate, i danneggiati sono i lombardi: Maroni doveva amministrare la Lombardia e non prestarsi come centro per l’impiego.

Luigi Piccirillo – Consigliere regionale del M5S Lombardia

Articoli Correlati

Giuseppe Conte a Milano: il MoVimento riparte con Milano e la Lombardia

Carolina Russo De Cerame

Opportunità di lavoro: il M5S Lombardia cerca un addetto stampa

Carolina Russo De Cerame

Una proposta di legge per azzerare il sistema delle Aler