Massimo De Rosa Simone Verni

Tragedia Pioltello secondo i PM RFI sapeva di dover intervenire. “Ritardo inaccettabile, l’azienda risponda”

“Falle nel sistema di gestione della sicurezza” la perizia depositata dai pm milanesi Leonardo Lesti e Maura Ripamonti, inchioda RFI alle proprie responsabilità. La tragedia della mattina del 25 gennaio 2018, quando il treno 10452 , proveniente da Cremona e diretto a Milano, è deragliato nei pressi della stazione di Pioltello-Limito causando tre vittime e quarantasei feriti, si poteva evitare.

Stando alla perizia RFI sapeva da cinque mesi, per esattezza da agosto 2017, che il giunto, il cui cedimento ha causato il deragliamento del treno, andava immediatamente sostituito. “Il documento redatto dai PM riporta fatti gravissimi” commentano Massimo De Rosa e Simone Verni portavoce del Movimento Cinque Stelle in Commissione Trasporti e Infrastrutture: “Adesso bisogna lasciare che i magistrati portino a termine il proprio lavoro, ma nel frattempo RFI dovrebbe almeno spiegare quale siano i motivi che hanno portato l’azienda a decidere di ritardare l’intervento così a lungo, dal momento che non si comprende quali possano essere le motivazioni interne all’azienda che abbiano portato ad un simile inaccettabile ritardo. Dopodiché, una volta accertate le responsabilità, pretendiamo che chi ha sbagliato paghi”.

Articoli Correlati

Accoglienza rifugiati ucraini: «Accolte le richieste del M5S, le famiglie non saranno separate dai propri animali d’affezione»

Nicola Di Marco è il nuovo capogruppo del Movimento Cinque Stelle in Consiglio Regionale

Boom di contagi in Lombardia: «Assalto ai tamponi e tracciamento fallito. Per la quarta volta Regione Lombardia è impreparata»

Carolina Russo De Cerame