Home Marco Fumagalli +Europa e le bugie dei radicali sul M5S e la scienza
+Europa e le bugie dei radicali sul M5S e la scienza

+Europa e le bugie dei radicali sul M5S e la scienza

0
2

L’accusa è di quelle che meritano risposta.

Secondo Michele Usuelli di  +Europa con Emma Bonino il M5S Lombardia sarebbe contrario “alla scienza al progresso e alla ricerca” perchè ha votato , nella discussione sulla legge sui servizi funerari, contro ad alcuni emendamenti dell’esponente radicale che avrebbero aperto all'”utilizzo del proprio corpo, dopo la morte, per finalità di ricerca e studio” e “di donare alla scienza anche le parti anatomiche riconoscibili frutto di interventi chirurgici, fino ad oggi destinate alla sepoltura”.

Il portavoce Marco Fumagalli ha scritto a Usuelli spiegando che la contrarietà non era a causa di una “linea di opposizione alla scienza al progresso e alla ricerca” attribuita erroneamente al Movimento 5 Stelle, ma “semplicemente per effetto dei numerosi dubbi in tema di rispetto della Costituzione che la norma poneva. Non posso tollerare che il legislatore regionale superi il limite delle proprie competenze stabilite dall’art. 117 della Costituzione per andare a legiferare in ambiti non consentiti. Altrimenti il rischio è di trovarsi una legge regionale sull’aborto o il matrimonio alpino”.

E i timori del M5S Lombardia sono stati confermati tanto che  il Governo ha impugnato la Legge regionale della Lombardia in materia di servizi necroscopici e funerari.

Fumagalli, esortando Usuelli a rettificare le sue accuse al M5S, sottolinea: “la nostra contrarietà era a tutela della disciplina costituzionale e non per una presunta avversità alla ricerca scientifica.  Nel caso specifico della Legge funeraria, dopo l’attività del gruppo di lavoro, il passaggio in commissione, si è arrivati in aula con oltre 60 emendamenti che hanno stravolto l’impostazione del gruppo di lavoro con il risultato di avere una legge con rilevanti profili di incostituzionalità. Operando in questo modo si amplifica il rischio di avere leggi scritte male che mettono in difficoltà i cittadini. Il grosso del lavoro dovrebbe essere fatto prima di approdare in aula avvalendosi anche del supporto legislativo del consiglio in modo da migliorare la qualità dei testi che vengono approvati in consiglio”.

E  l’impegno del M5S sulla ricerca scientifica è  tutti i livelli istituzionali come dimostra il via libera al Senato  all’unanimità del Disegno di legge, a prima firma del Presidente della Commissione Sanità Pierpaolo Sileri (Movimento Cinque Stelle), che “ha come obiettivo quello di superare i molti limiti e paletti della normativa italiana alla donazione del corpo post mortem che rendono di fatto impraticabile questa opportunità dato il numero di donazioni molto limitato, che blocca la realizzazione della rete logistica e la programmazione di studi e ricerche su organi da cadavere”.

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali