Home Expo Expo, siamo all’unità di crisi. Necessario limitare i danni
Expo, siamo all’unità di crisi. Necessario limitare i danni

Expo, siamo all’unità di crisi. Necessario limitare i danni

0
0

expoQuesta mattina, nel corso di una conferenza stampa, il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, oltre a dare il via a una “unità di crisi” (con Comune, Provincia, Regione e Expo) che si riunirà tutti lunedì per sciogliere “eventuali criticità” su Expo, ha lanciato un misero tour mondiale di promozione dell’evento, in sole sei città, e un tour locale pro Expo nei capoluoghi regionali che prevede spettacoli di “artisti lombardi” per coinvolgere la cittadinanza.

Paola Macchi, capogruppo di M5S Lombardia, dichiara: “Maroni ha rassicurato tutti senza rasserenare nessuno con il classico armamentario del politico del “si farà tutto” e “promuoveremo l’investimento delle aziende in Lombardia”. Ancora una volta il presidente della regione ha promesso di tutto di più: da un documento Europeo anticontraffazione alimentare, a 2600 chilometri di piste ciclabili con un piano integrato della mobilità ciclistica a investimenti, e affari, per le aziende lombarde sia in Italia che all’estero”.

“Parole, soltanto parole – continua Macchi – che i politici continuano a ripetere come dischi rotti. Il via libera a un’unità di crisi sull’evento è la misura del poco o nulla che sarà il grande evento, già ampiamente ridimensionato. Da tempo chiediamo che su Expo si limitino i danni, si taglino le spese inutili, si cancellino le opere superflue e si smetta di considerare l’evento la soluzione di tutti i mali che affliggono la Lombardia e il Paese alimentando inutili speranze nei cittadini. Expo non porterà lavoro, ma spese. Expo non porterà guadagni, se non per pochi. Expo non sarà green se non nella sua propaganda. E a pagare Expo saremo ancora una volta noi, i nostri figli e i figli dei nostri figli”.

tags:

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali