Home Dario Violi Riforma Sanità, accorpamenti: arroganza della Maggioranza cancella volontà dei territori
Riforma Sanità, accorpamenti: arroganza della Maggioranza cancella volontà dei territori

Riforma Sanità, accorpamenti: arroganza della Maggioranza cancella volontà dei territori

0
0

canguro

“Gioco sporco in Commissione Sanità sugli accorpamenti degli ospedali: è stato impossibile discuterli grazie ‘al canguro’ del presidente Rizzi che con un emendamento ha fatto decadere tutti gli emendamenti da noi presentati. Ancora una volta si è evidenziata la volontà  della Maggioranza di calare dall’alto le scelte ignorando completamente amministratori locali e cittadini che chiedevano modifiche sostanziali agli accorpamenti imposti dalla riforma.

Eppure abbiamo ascoltato medici, pazienti e amministratori che ci hanno chiesto una sanità attenta alle caratteristiche specifiche del territorio e dell’utenza. Maroni parla tanto di autonomia da Roma, ma in Lombardia fa il Renzi di turno che decide ignorando le richieste degli enti locali.

A nulla sono servite audizioni e lettere spedite a Maroni dagli stessi amministratori; la maggioranza ha finto di essere disponibile a ridiscutere gli accorpamenti mentre invece era già tutto deciso, in barba al volere dei territori. Siamo stanchi di decisioni prese da politici chiusi nei palazzi a studiare alchimie spartitorie di poltrone mascherate da finta democrazia”, così Dario Violi, Paola Macchi e Gianmarco Corbetta, consiglieri regionali del M5S Lombardia.

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali