Home Comunicati stampa ARAC: la messinscena di Maroni continua
ARAC: la messinscena di Maroni continua

ARAC: la messinscena di Maroni continua

0
0

 “Al di là dei nomi, continua la messinscena  di Maroni che ha creato un ente vuoto e inutile per contrastare la corruzione che gli stessi partiti hanno diffuso nelle istituzioni lombarde. Non abbiamo partecipato alle nomine di ARAC:  non siamo stati eletti per approvare l’ennesima campagna di autopromozione del Presidente della Lombardia. Per altro le figure che si erano candidate lo avevano fatto alla luce di una legge istitutiva dell’ente che nel frattempo è cambiata e che ha svuotato ulteriormente l’agenzia. Siamo sicuri che sono ancora interessati all’incarico?

Maroni deve far funzionare il Comitato Trasparenza Appalti Pubblici e il Comitato Tecnico Scientifico, entrambi istituiti con la legge regionale antimafia fortemente voluta dal MoVimento 5 Stelle, che risultano ancora senza risorse umane e finanziarie adeguate”, così Gianmarco Corbetta, capogruppo del M5S Lombardia, commenta l’approvazione del consiglio regionale delle nomine dell’Agenzia Regionale Anti Corruzione voluta da Roberto Maroni.

tags:

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali