Home Agricoltura, montagna e parchi Fanghi, non adottate “linee guida”. Ignorata la volontà del Consiglio.
Fanghi, non adottate “linee guida”. Ignorata la volontà del Consiglio.

Fanghi, non adottate “linee guida”. Ignorata la volontà del Consiglio.

0
0

L’Assessore regionale all’Ambiente Claudia Terzi ha risposto a un’interrogazione del M5S Lombardia sullo spandimento di fanghi in agricoltura e sulle linee guida che Regione Lombardia avrebbe dovuto adottare, dopo l’approvazione di una proposta del M5S, per supportare i Comuni lombardi nell’adozione dei regolamenti per lo spandimento. E’ grave che l’Assessore non rispetti una decisione vincolante del Consiglio regionale che impegnava la Giunta a redigere le linee guida per i regolamenti comunali sullo spandimento dei fanghi. L’obiettivo della delibera del Consiglio, non rispettata dall’assessore, era quello di far sì che le modalità di spandimento fossero finalmente normate in modo omogeneo su tutto il territorio lombardo. La proposta approvata dal Consiglio regionale era semplice: prevedeva che i Comuni adottassero regolamenti sullo spandimento ispirandosi alle linee guida redatte da Regione Lombardia. Esistono già esperienze di Comuni che hanno adottato il regolamento come quello redatto dal Comitato Tutela Suoli Agricoli Lombardi e presentato in un incontro pubblico a Mariana Mantovana la scorsa primavera. I punti salienti di quel regolamento sono: spandimento vincolato ai referti delle analisi dei terreni effettuate prima e dopo gli spargimenti, distanza minima di 300 metri (incrementabile fino a 500 metri) dai centri abitati per lo spandimento, divieto di spandimento la domenica e i festivi, obbligo di pubblicare annualmente i dati quali-quantitativi degli spandimenti di fertilizzanti e obbligo per le aziende fanghiste di informare i comuni ogni 15 giorni. E’ assolutamente incomprensibile l’atteggiamento dell’Assessore: in modo chiaro oggi ha dichiarato di voler ignorare l’impegno approvato da tutto il Consiglio regionale. Il regolamento secondo noi è uno strumento valido e i Comuni lo possono e devono approvare. Di certo non ci accontentiamo della risposta dell’Assessore e useremo tutti gli strumenti a nostra disposizione per imporre a Maroni di approvare queste linee guida e sostenere i Comuni nel normare lo spandimento di fanghi sul territorio anche nell’ottica della tutela dei suoli, della salute dei cittadini e delle imprese che lavorano onestamente in questo settore.

Andrea Fiasconaro – Portavoce Regionale M5S

tags:

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali