Home Massimo De Rosa M5S Lombardia chiede alla Regione di pubblicare le convenzioni delle autostrade lombarde
M5S Lombardia chiede alla Regione di pubblicare le convenzioni delle autostrade lombarde

M5S Lombardia chiede alla Regione di pubblicare le convenzioni delle autostrade lombarde

0
3

Il M5S Lombardia ha depositato una mozione, a firma del consigliere regionale Massimo De Rosa, che chiede alla Regione Lombardia di rendere pubbliche le convenzioni di Pedemontana, BreBeMi e TEEM. La mozione chiede anche di revocare la concessione a Pedemontana S.p.A. e il coinvolgimento di Infrastrutture Lombarde e della Provincia di Monza e Brianza nella messa in sicurezza della Milano-Meda.

De Rosa spiega “la situazione dei ponti sulla Milano Meda è a rischio e non si possono procrastinare gli interventi. Riteniamo che sia giunto il momento di mettersi intorno a un tavolo per prendere gli opportuni provvedimenti, senza polemiche e lasciando da parte ogni divisione politica. La priorità deve essere la messa in sicurezza dell’infrastruttura; a pagare gli interventi non devono essere i cittadini”.

Per il senatore Gianmarco Corbetta: “Pedemontana doveva riqualificare il primo tratto della Milano-Meda ben 5 anni fa. La concessione ad Autostrada Pedemontana Lombarda spa doveva essere risolta per grave inadempimento già da tempo ma la Regione non ha vigilato e non ha fatto nulla in proposito. Ora ci ritroviamo in questa situazione indegna di un paese civile”.

Per il Consigliere regionale Marco Fumagalli infine, “è necessario rendere pubblici e conoscere gli obblighi contrattuali e i piani finanziari delle opere per una verifica sul loro corretto rispetto. Le prospettive di continuità di Pedemontana sono ridotte al lumicino.  Difficilmente riuscirà a trovare un partner finanziario. Tutte le autostrade lombarde sono in perdita e Pedemontana ha richiesto un aumento di capitale  che la Serravalle non è in grado di sostenere. Occorre guardare in faccia la realtà e prendere gli opportuni provvedimenti”

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali