Dario Violi Notizie Territorio, trasporti e infrastrutture

Contratto di programma RFI, avviato un ripensamento generale delle infrastrutture. Ricadute positive sulla Lombardia

Giovedì in commissione Trasporti della Camera il M5S ha presentato il parere positivo allo Schema di Contratto di Programma 2017-2021 tra Ministero delle Infrastrutture e Trasporti e Rete Ferroviaria Italiana.

Con questo accordo avviamo un ripensamento generale delle infrastrutture e della mobilità in una logica di sostenibilità, ovvero di trasporto a zero emissioni abbandonando completamente l’uso dei combustibili fossili. Se la qualità dei trasporti è lo specchio della qualità della vita dei cittadini di un Paese, oggi ci hanno lasciato una realtà da Terzo Mondo. Ma le cose stanno finalmente cambiando.

E’ un accordo che gioverà anche alla martoriata Lombardia. Finalmente c’è un governo che sta dalla parte dei pendolari e per loro fa cose concrete. Dopo i nuovi treni già previsti dal Ministro Toninelli arriva un accordo che prevede un risparmio di 7,5 miliardi ottenuti eliminando un’opera giudicata inutile dalla stessa Rfi, l’Alta velocità Venezia-Trieste”

Soldi che verranno reinvestiti per migliorare le tratte regionali e i collegamenti con i nostri aeroporti. Aumentiamo la qualità dei servizi e della vita dei nostri cittadini e dei turisti. Incrementiamo la competitività della Lombardia migliorando il trasporto pubblico locale. Cosa se ne fa un turista dell’alta velocità se ci mette due ore per raggiungere da Milano il lago di Como, su un treno del dopoguerra?

Dario Violi – Consigliere regionale del M5S Lombardia

Articoli Correlati

Riforma Parco Agricolo Sud Milano: firma anche tu per fermare lo scippo del centrodestra lombardo

Di Marco: «Il Superbonus 110% traina la ripresa in Lombardia con 21 mila cantieri e 4 miliardi di investimenti»

PENDOLARIA 2022: il Trasporto Pubblico Locale lombardo cresce a rilento, siamo ancora troppo distanti dagli standard europei

Carolina Russo De Cerame