fbpx
Home Antimafia Fontana distrugge ARAC, nuovo organismo manovrabile e minato
Fontana distrugge ARAC, nuovo organismo manovrabile e minato

Fontana distrugge ARAC, nuovo organismo manovrabile e minato

0
2

🔴 IL PRESIDENTE FONTANA SMONTA ARAC, organismo anti-corruzione funzionante E LO SOSTITUISCE CON ORAC, organismo “manovrabile” e minato da “consiglieri incompatibili”

Tutto è spiegato molto bene nell’articolo de Il Fatto Quotidiano, dove si apprende come il Presidente Attilio Fontana abbia liquidato l’Agenzia anti-corruzione ARAC, che aveva contribuito all’arresto nel 2016 del leghista Fabio Rizzi e dell’imprenditrice Paola Canegrati, per costituire ORAC, Organismo Regionale Anti-Corruzione.

Ce ne parla il Consigliere Marco Fumagalli

“ORAC è stata costituita con la presenza di un colonnello dei Carabinieri che ha ottenuto il PARERE CONTRARIO dal Comando Generale dell’Arma a ricevere l’incarico. La stessa cosa è avvenuta per il generale della Guardia di Finanza Lodice, il quale ha però subito rinunciato alla designazione.

Nessuna notizia invece per il Colonnello dei Carabinieri che ha ricevuto in data 11 ottobre 2019, anche il DINIEGO da parte del Ministero della Difesa.

🚨 Ma la cosa piĂą incredibile è che, fatta rilevare l‘”incoerenza” del comportamento del Colonnello, la Regione non ha fatto nulla‼️

Alle tante nostre sollecitazioni in merito a dei chiarimenti, c’è stato solo uno scaricabarile tra i piani alti della Regione. Per un organismo che dovrebbe avere nel suo DNA trasparenza e tutela della legalitĂ  non è certo un bel biglietto da visita. Il problema c’è e nessuno dice come risolverlo. Eppure sarebbe semplice, basterebbero le dimissioni del Colonnello dall’incarico, oppure la richiesta di aspettativa o di comando.”

Il 2 ottobre il presidente Fontana ha ufficializzato la nascita di ORAC, senza attendere l’OK da parte del MINISTERO DELLA DIFESA…come se nulla fosse successo.
Il MoVimento 5 Stelle Lombardia non ci sta e ricorre al TAR.

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali