Home Comunicati stampa Pedemontana. Finalmente si vota in Commissione

Pedemontana. Finalmente si vota in Commissione

0
0

pedemontanaIl Movimento 5 Stelle ha ottenuto la calendarizzazione, per il 5 dicembre, della discussione in Commissione Territorio e Infrastrutture, di una Proposta di Risoluzione sull’autostrada Pedemontana. Una dura lettera di protesta inviata nei giorni scorsi dal Consigliere regionale Gianmarco Corbetta ha ottenuto il via libera al dibattito su di un atto congelato da settimane.

La risoluzione, nata da un lungo confronto con tutti i cittadini dei comitati e delle associazioni che da anni si occupano dell’impatto che tale autostrada avrebbe sul territorio brianzolo, avanza delle precise richieste alla Giunta Regionale: dall’impegno a fermare l’autostrada là dove i cantieri sono stati già aperti (lo svincolo di Lomazzo sulla A9) destinando le risorse risparmiate alla messa in sicurezza del territorio, al potenziamento del trasporto pubblico su ferro e al risanamento della rete stradale esistente; all’effettiva realizzazione delle compensazioni ambientali nei tratti già in essere; alla inedificabilità ai lati dell’autostrada; alla realizzazione di nuovi parchi regionali; alla tutela della salute pubblica nei territori colpiti dall’incidente ICMESA del 1976 fino all’ampliamento del Bosco delle Querce di Seveso.

Gianmarco Corbetta dichiara: “La Pedemontana va fermata come chiedono i cittadini che vivono nella zona interessata dall’infrastruttura. Finalmente in Commissione i gruppi politici potranno dirci, con il voto, se, come noi, immaginano una Lombardia con meno traffico, meno inquinamento, meno cemento e più trasporto pubblico; ciascuno si assumerà le proprie responsabilità davanti ai cittadini. Progresso non fa rima con più autostrade e il progetto Pedemontana, concepito oltre vent’anni fa e con decine di criticità che abbiamo denunciato, non è la risposta al problema dei trasporti in Lombardia”.

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali