Home Ambiente e Protezione Civile Dispersione di ammoniaca a Paderno Dugnano, l’Assessore Terzi banalizza la questione e non la risolve

Dispersione di ammoniaca a Paderno Dugnano, l’Assessore Terzi banalizza la questione e non la risolve

0
1

Il Consiglio regionale ha approvato  una mozione urgente di M5S Lombardia sulle esalazioni che provengono da 10mila tonnellate di ceneri pesanti, provenienti dell’inceneritore di Brescia e stoccate nell’impianto di proprietà della Leganti Naturali srl. e sul pericolo che corrono i cittadini che vivono nel Comune di Paderno Dugnano in Provincia di Milano dove è depositato quel materiale critico. L’azienda avrebbe dovuto garantire uno stoccaggio adeguato per quei rifiuti speciali ed evitare la dispersione di materiale polverulento nell’aria, rumori ed emissione di odori.

Per Silvana Carcano, consigliere M5S Lombardia, “la situazione è allarmante: ancora oggi i cittadini lamentano forti odori che ricordano l’ammoniaca e problemi respiratori. Chiediamo che la Giunta risolva immediatamente questo grave problema dando anche seguito all’articolo 29 del Codice Ambientale perché diffidi o revochi le concessioni all’azienda accollando le spese di bonifica all’impresa e non alla collettività.   L’Azienda in conferenza stampa a dicembre ha sostenuto che la situazione è sfuggita di mano e soprattutto ASL e Arpa avrebbero dovuto produrre una relazione sulle sostanze inquinanti diffuse in aria. Dal 27 dicembre abbiamo chiesto le relazioni che non sono mai state prodotte. L’Istituzione deve dare risposte tempestive ai cittadini anche relativamente alla salute dei cittadini. Non sappiamo cosa hanno respirato i cittadini e vogliamo valutare l’eventuale danno sanitario che le esalazioni stanno suscitando”.

“Quelle tonnellate di ceneri devono essere rimosse ora essendo la causa della produzione delle esalazioni che inquinano l’aria padernese e che preoccupano i cittadini, che lamentano problemi respiratori. Non ci bastano le rassicurazioni del’Assessore Terzi sulla base di presunte relazioni presentate da ASL e ARPA che non abbiamo mai ricevuto e nemmeno l’ipotesti di un impianto di captazione di aria”, conclude Carcano.

Prosegue Carcano “l’assessore Terzi ha voluto togliere dalla mozione la richiesta di rimuovere le ceneri subito, dichiarando che è materiale utile all’azienda non appena riprenderà i lavori. Noi crediamo che prima della necessità dell’azienda, ci sia la salute dei cittadini. Monitoreremo l’avanzamento della mozione. Rimaniamo molto delusi per l’atteggiamento dell’assessore, che, come ASL e ARPA, semplifica la questione senza dati alla mano, chiedendo un atto di mera fiducia ai cittadini, che nel frattempo continuano a vivere profondi disagi.”

tags:

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali