Home Sanità e Politiche Sociali Roche-Novartis: L’Assessore alla Sanità intervenga presso Lorenzin

Roche-Novartis: L’Assessore alla Sanità intervenga presso Lorenzin

0
0

L’Assessore regionale alla Sanità Mario Mantovani ha risposto oggi a un question time di M5S Lombardia sul caso Roche-Novartis, due case farmaceutiche che avrebbero nascosto, stando alle notizie riportate dalla stampa, un farmaco low cost per favorire le vendite di un medicinale identico, utile in oculistica, ma molto più costoso.  La procura di Torino ha aperto un’indagine con diverse ipotesi di reato come associazione a delinquere finalizzata alla truffa, danno e truffa ai danni del sistema sanitario nazionale.

Silvana Carcano, consigliere del Movimento 5 Stelle, ha spiegato: “vogliamo capire, con l’Assessore, l’ampiezza di questo scandalo in Lombardia. Con l’interrogazione chiediamo qual è stata la spesa sostenuta dalla Regione per i farmaci, quanto potremo risparmiare con l’adozione del medicinale generico e che controlli ha effettuato regione Lombardia mediante le ASL”.

“Vogliamo anche sapere se la Lombardia ha sollecitato AIFA nel fare controlli sul numero dei farmaci Avastin e Lucentis prescritti in Regione Lombardia con il Sistema Sanitario nazionale e quali sono state, fin  qui, le forme di controllo sulla valorizzazione e commercializzazione sui farmaci svolte direttamente o indirettamente dalla regione”, conclude Carcano.

L’Assessore Mantovani ha spiegato che nel 2013 risulta una spesa regionale per Lucentis (che costa 1700 euro a fiala) di 24 milioni di euro, e che non risulta nessun esborso per l’Avastin (25 euro a fiala) perché AiFA non ha permesso la commercializzazione del farmaco meno costoso, nonostante l’OMS l’avesse messo nell’elenco dei farmaci minimi per l’assistenza sanitaria. L’assessore ha inoltre aggiunto che non esistono stime che sarebbero in capo all’AIFA e che l’azione di risarcimento potrebbe essere procrastinata in attesa del giudizio del Tar del Lazio sul caso.

Silvana Carcano ha replicato: “Ci sembra che AIFA abbia operato in maniera molto ambigua, si parla da un anno del caso di Avastin Lucentis, e il Ministro Lorenzin non ha preso nessun provvedimento. Anzi, andava contro l’OMS. Credo che sia necessario rivedere l’appoggio a AIFA. L’Assessorato dovrebbe intervenire presso il ministro Lorenzin che ha sempre difeso AIFA, anche contro il parere dell’OMS, perché sia chiarito, in modo definitivo, il caso e per valutare se superare AIFA”.

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali