Home Lecco Il coraggio di un medico
7

Il coraggio di un medico

0
7

Ogni giorno ci arriva notizia di casi di malasanità e di corruzione all’interno del mondo legato alla salute del cittadino.

Solo in quest’ultimo periodo non bastano le dita delle mani per contare i commissariamenti, le richieste di rinvio a giudizio e di arresto nei confronti di dirigenti i cui nomi vengono alla ribalta perché, teoricamente, legati a scandali su appalti pubblici.

Ma cosa succede quando invece questi nomi sono legati alla mancata applicazione di leggi dello stato, la cui inosservanza provoca danni ai pazienti, ai sanitari e alle casse dello stato? Cosa succede quando qualcuno ha il coraggio di denunciare tali fatti?

E’ il caso di un medico in servizio da oltre 13 anni presso l’Azienda Ospedaliera “A. Manzoni” di Lecco che ha avuto il coraggio di denunciare a chi di dovere la non applicazione di ben 2 decreti legge: il D.lgs 187/2000 relativo alla protezione sanitaria delle persone contro i pericoli delle radiazioni ionizzanti connesse ad esposizioni mediche (radiografie e tac) e il D.lgs. 66/2003 riguardante l’organizzazione dell’orario di lavoro, con particolare riferimento all’ art.7 (riposo giornaliero).

Questa persona dopo 10 anni di regolare e stimato servizio ha, dapprima, esposto i suoi dubbi ai propri superiori e, non vedendosi ascoltata, ha deciso di esporre alle autorità quanto viveva ogni giorno; in cambio ciò che ha ricevuto è stato il “ben servito” da parte dell’azienda ospedaliera. Questa persona ha un nome e cognome, noto a molti attivisti del movimento: Grazia Mennella.

La battaglia che sta conducendo Grazia è esemplificativa di come il sistema si comporta quando viene attaccato da chi viene ritenuto insignificante; per questo il Movimento 5 Stelle è al fianco di Grazia Mennella ora e fino a quando la sua battaglia non verrà vinta.

Il Movimento sarà anche al fianco di tutti coloro i quali avranno il coraggio di alzare la testa e denunciare il malaffare e le storture che vivono ogni giorno: pazienti, medici, personale sanitario e para-sanitario che credono in un sistema sanitario pubblico possono scrivere, anche in forma anonima, a sanitainmovimento@gmail.com descrivendo dove e come vivono quanto denunciano. I consiglieri M5S in Regione Lombardia stanno organizzando quello che è stato battezzato come Sani-Tour: una serie di visite ispettive in ASL e Ospedali per portare alla luce del sole scandali, problemi e storture che ricadono su tutta la collettività.

 

Silvana Carcano

 

Consigliere Regionale – Gruppo Consiliare MoVimento 5 Stelle

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali