Home Ambiente e Protezione Civile No di M5S Lombardia a ulteriori finanziamenti a Pedemontana
No di M5S Lombardia a ulteriori finanziamenti a Pedemontana

No di M5S Lombardia a ulteriori finanziamenti a Pedemontana

0
0

Il Movimento 5 Stelle ha votato contro una mozione relativa a Pedemontana discussa dal Consiglio regionale.

Gianmarco Corbetta, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Lombardia, nel corso delle dichiarazioni sulle intenzioni di voto ha spiegato che M5S “ha già espresso abbondantemente la sua contrarietà sull’opera tutta. Stando però alla mozione specifica saremmo tendenzialmente d’accordo sul togliere il pedaggio ma l’atto chiede anche nuovi finanziamenti statali. Non possiamo quindi esprimere voto favorevole: Pedemontana ha l’obbligo contrattuale di proseguire l’opera, senza bisogno di gravare ulteriormente sulle casse pubbliche. In realtà non è in grado di farlo perché versa in drammatiche condizioni finanziarie. L’unica cosa da fare ora è prendere atto del fallimento del progetto e fermare i lavori là dove sono arrivati, in corrispondenza dall’A9.”

Per Paola Macchi, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Lombardia, “Piuttosto che costruire Pedemontana potevano essere migliorate le strade già esistenti anche a Varese. Quest’opera è costata sinora alle casse pubbliche più di un miliardo di euro e ora sono arrivati altri 349 milioni di defiscalizzazione, che potrebbero configurarsi anche come aiuto di stato illegittimo, su cui si rischia un’indagine UE. La priorità della Lombardia non è sicuramente quella di finire una strada inutile e ad altissimo impatto ambientale, per cui non ci sono fondi e che ha sforato il preventivo. Fermiamoci, la crisi e’ devastante, invece di spendere soldi pubblici per strade inutili con la scusa che servano alle aziende per trasportare le loro merci, aiutiamo le aziende a non chiudere e a tutelare posti di lavoro. Abbiamo proposto l’eliminazione del pedaggio sulla tangenziale ma per sempre, questa opera e’ gia’ costata tantissimo ai Varesini in termini di scempio ambientale”

tags:

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali