Home Expo Studenti da Mc Donald’s in Expo, l’AGCM ammonisce Maroni e Aprea
Studenti da Mc Donald’s in Expo, l’AGCM ammonisce Maroni e Aprea

Studenti da Mc Donald’s in Expo, l’AGCM ammonisce Maroni e Aprea

0
0

concorrenzaL’Assessore Valentina Aprea, nell’aprile scorsoaveva invitato gli studenti lombardi a Expo offrendo agevolazioni per il pranzo da McDonald’s : “McDonald’s: per il solo mese di Maggio offrirà una soluzione ristorativa scontata. Per i più piccini che tipicamente mangiano l’Happy Meal, sarà offerto gratuitamente il gelato (o equivalente). Per i più grandi, il menu sarà scontato del 50%.”.

Il M5S Lombardia si era rivolto con una segnalazione all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato che ha esaminato il caso l’1luglio scorso ravvisando la sussistenza di una pratica di concorrenza sleale nell’invito rivolto ai giovani studenti lombardi. L’AGCM ha inviato una lettera di richiamo al Presidente della Lombardia Roberto Maroni e all’Assessore all’Istruzione Valentina Aprea.

L’AGCM scrive: “l’Autorità ha deliberato di inviare un parere […] al Presidente della Regione Lombardia e all’Assessore all’Istruzione, Formazione, Lavoro della Regione Lombardia nel quale viene sottolineata l’esigenza di non adottare nuove iniziative, quale quella esaminata nel caso di specie, che, favorendo un operatore a discapito degli operatori concorrenti, appaiono avere portata discriminatoria e anticoncorrenziale”.

Silvana Carcano, consigliere del Movimento 5 Stelle Lombardia, commenta: “Con  troppa leggerezza Aprea aveva archiviato la questione e non aveva ritirato la convenzione come chiedeva una nostra mozione; Maroni e la sua Giunta hanno preso un cartellino giallo dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato. Al di là del grave invito agli studenti lombardi a nutrirsi di junk food, che non è certo educazione alimentare utile a prevenire malattie in età evolutiva, dimostra che i partiti usano Expo solo per fini strumentali. Maroni lo fa come il Pd che in Expo organizza le sue assemblee nazionali. Ai lombardi evidentemente mancava una Giunta regionale che fa pubblicità alle multinazionali alterando il mercato e favorendo la concorrenza sleale”.

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali