Notizie Trasparenza

Vittoria per la trasparenza. Ottenuto il voto palese nominale per le votazioni ordinarie del Consiglio regionale.

Con una modifica del Regolamento del Consiglio regionale la richiesta del M5S Lombardia di totale trasparenza sul voto in aula dei consiglieri regionali è diventata realtà. Con il nuovo regolamento la votazione ordinaria del Consiglio Regionale si svolgerà con il voto nominale elettronico palese, e non più per alzata di mano. Era da novembre 2013 che il M5S Lombardia, ad ogni votazione del Consiglio regionale, prendeva parola chiedendo il voto palese nell’ottica di ottenere totale trasparenza sui lavori del Consiglio e sul voto dei consiglieri regionali. Il voto palese garantisce ordine nelle votazioni e che il voto del consigliere sia verificabile dai cittadini e dagli elettori. Il voto per alzata di mano, infatti, non consentiva una chiara comprensione dell’operato dei gruppi politici e non sempre i consiglieri avevano l’occasione di essere al loro posto in aula per valutare con l’attenzione che meritano i provvedimenti in discussione in Consiglio. Il voto nominale elettronico garantisce l’immediata verifica del numero legale, e questo costringerà la maggioranza e molti assessori ad essere in aula. Per il Movimento 5 Stelle è un diritto degli elettori quello di conoscere l’orientamento di un politico su ogni provvedimento. Nel 2013 promettevamo che avremmo chiesto il voto palese ad ogni votazione fino alla modifica del regolamento. Oggi arriva quella modifica attesa e richiesta dal Movimento 5 Stelle per migliaia di votazioni è diventata realtà ed è un’innovazione che fa chiarezza nell’esercizio della democrazia.

Giampietro Maccabiani, Portavoce Regionale del M5S

Articoli Correlati

Una proposta di legge per azzerare il sistema delle Aler

Potenziamento della linea ferroviaria Rho-Parabiago: ancora nessuna risposta

Carolina Russo De Cerame

Smantellata banda di nazi-fascisti: manca attenzione nelle scuole