Notizie

Per il Consiglio non è urgente discutere della costituzione di parte civile della Lombardia al nuovo processo di Maroni

La Presidenza del Consiglio regionale ha ritenuto non urgente la discussione della mozione depositata dal M5S Lombardia che chiede alla regione la costituzione di parte civile nel nuovo processo a Maroni.

Luigi Piccirillo, consigliere regionale del M5S Lombardia, dichiara: “L’urgenza era assolutamente ponderata e motivata: la costituzione di parte civile deve essere chiesta alla prima udienza utile per evitare extracosti processuali.

Con questa decisione sorprendente il Presidente del Consiglio regionale Fermi, di Forza Italia, si assume la responsabilità di non avviare un’azione sacrosanta a tutela dei cittadini lombardi. La difesa della legalità si misura anche su decisioni come questa che mostrano in tutta evidenza che il centro-destra difende i cittadini e la legalità sempre e solo a parole. Aspettarsi qualcosa di più da Forza Italia è impossibile”.

Articoli Correlati

Giuseppe Conte a Milano: il MoVimento riparte con Milano e la Lombardia

Carolina Russo De Cerame

Opportunità di lavoro: il M5S Lombardia cerca un addetto stampa

Carolina Russo De Cerame

Una proposta di legge per azzerare il sistema delle Aler