Home Bergamo Bergamo, oltre le barriere col biorisanamento

Bergamo, oltre le barriere col biorisanamento

0
0

Ieri pomeriggio una delegazione del M5S di Bergamo e Provincia accompagnata dal Portavoce Dario Violi ha incontrato la DG dell’Assessorato all’Ambiente di Regione Lombardia per portare, ancora una volta, la proposta di biorisanamento come soluzione al problema dell’inquinamento da cromo esavalente che affligge ampi territori della Bassa Bergamasca e non solo. Violi già lo scorso giugno aveva presentato un’interrogazione in Regione ed il M5S di Bergamo e Provincia si è da allora mobilitato con banchetti e volantinaggi per sensibilizzare la cittadinanza sul problema. Tuttavia Regione Lombardia aveva deciso di continuare con il progetto di bonifica delle falde acquifere tramite le barriere idrauliche, nonostante i dati avessero dimostrato ripetutamente l’inefficacia e la precarietà di tale metodo. Ma nell’incontro di ieri, grazie al lavoro svolto e all’interesse anche mediatico suscitato attorno alla questione, l’Assessorato Regionale si è reso disponibile ad ascoltarci e ci ha comunicato che, finalmente, il costoso e non risolutivo sistema delle barriere idrauliche verrà gradualmente abbandonato. Il finanziamento è già stato infatti sospeso per il primo pozzo in favore della tecnica del biorisanamento che, oltre ad essere notevolmente più economica ed ecologica, eliminerà definitivamente il problema, risanando le fonti inquinanti attraverso la trasformazione chimica del cromo esavalente nell’innocuo trivalente. Ancora una volta il M5S ha dimostrato che semplici cittadini con un profondo senso civico, lavorando con serietà e competenza hanno portato risultati importanti per tutti. Ancora una volta il M5S è andato Oltre. UFFICIO STAMPA M5S BERGAMO E PROVINCIA

tags:

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali