Expo Notizie

Expo, il caos dei 3 milioni di biglietti venduti e non pagati.

La nebbia sulla controversa vicenda dei biglietti Expo comincia a dipanarsi, ancora una volta grazie al M5S, che con un’interrogazione del consigliere regionale lombardo Stefano Buffagni, ha scoperto che ben 3 milioni di biglietti venduti per conto di Expo dalla Best Tours Italia, società che fa parte della Alessandro Rosso Group, non siano stati pagati alla società. E che è in corso “un procedimento arbitrale”, si è insomma alle carte bollate, per ottenere i pagamenti. “Ai fini di tutela dei propri interessi ed in considerazione dell’obbligo di riservatezza connesso al procedimento in corso, Expo non può divulgare dati e informazioni connessi con la materia del contendere”, spiega la Regione Lombardia nella risposta all’interrogazione.  Questa vicenda, ancora una volta, è la prova provata, che Expo ha avuto una gestione da dilettanti allo sbaraglio, e che a riflettori spenti lo sporco può essere tranquillamente nascosto sotto al tappeto, tanto a pagare sono sempre i cittadini. Ma facciamo un breve riepilogo. L’esposizione universale è costata 2,2 miliardi di euro, una cifra monstre che le entrate da botteghino, come poi hanno dimostrato i fatti, non avrebbero mai coperto, tanto che si stimava che per mandare a pareggio il bilancio ogni visitatore avrebbe dovuto pagare un biglietto poco più di 100 euro. Una somma improbabile tanto che alla fine Expo è stata pagata quasi totalmente con denaro pubblico (1.258,7 milioni di contributi pubblici, le nostre tasse) e in parte con i proventi dei biglietti. Ma quanto? Difficile dirlo, il numero dei biglietti venduti, per tipologia, per mesi è risultato “top secret”. Giuseppe Sala, allora commissario dell’esposizione e oggi sindaco di Milano, li custodiva gelosamente e la richiesta di trasparenza del M5S si infrangeva nelle nebbie sollevate del PD. Fino alla rivelazione: Expo dalla vendita dei biglietti ha ricavato solo 421,3 milioni. Ma ora che il M5S ha scoperto questo nuovo filone, che ovviamente né i vertici di Expo né Regione Lombardia avevano interesse a rendere pubblico, i cittadini devono sapere a quanto ammonta il debito. Quel denaro è già stato inserito nel bilancio? Quel denaro non riscosso è stato svalutato? Sono numerose le domande del M5S che attendono una risposta.

M5S Lombardia

Articoli Correlati

Caro bollette: «Via addebito bancario, rateizzazione automatica, l’extra costo a carico di chi fa extra profitti. Chi ha svenduto i servizi pubblici ora ci metta la faccia»

Redazione Staff

Superbonus 110%: Lombardia si conferma al primo posto per asseverazioni. Il Movimento lavora per il Nord e per le imprese

Redazione Staff

Centrodestra salva La Russa, Di Marco: «Anche in Regione Lombardia comanda Fratelli d’Italia»

Redazione Staff