Agricoltura, montagna e parchi Dario Violi Notizie Video

Canoni derivazione idroelettrica ai Comuni, alla montagna devono arrivare soldi veri!

Ieri in Consiglio Regionale si è discussa una mozione che chiede che i canoni dei grandi impianti di derivazioni idroelettrica presenti in Lombardia, che anno dopo anno aumentano a causa dei mancati rinnovi delle concessioni e che finiscono nelle casse dello Stato, rimangano sul territorio. Peccato che Regione Lombardia faccia la stessa cosa con i piccoli impianti di derivazione. Insomma come al solito Regione Lombardia predica bene e razzola male. Per questo ho proposto una modifica alla mozione in modo che sia efficace anche per i canoni che introietta Regione Lombardia che, come per quelli “dovuti” alla Stato, devono rimanere a disposizione dei comuni. 

I territori montani sono buoni per la Lombardia e per lo Stato solo quando si tratta di sfruttarli come nel caso delle derivazioni idroelettriche. E’ giusto che i canoni e gli sovra canoni che la Regione Lombardia ricava grazie alla produzione di energia dai nostri fiumi siano reinvestiti nelle zone di produzione. Alla montagna devono arrivare soldi veri, non briciole o promesse. Le nostre valli sono abbandonate e questa è una battaglia di dignità per decine di comuni che forniscono energia a tutti. Stiamo parlando di 47 milioni di euro, su un bilancio regionale di oltre 20 miliardi, risorse che potrebbero essere reinvestite per sviluppare l’enorme potenziale delle nostre montagne.

Dario Violi – Consigliere regionale del M5S

Articoli Correlati

Regionali: Non sorprendono i sogni di Azione su Moratti, il PD chiarisca se sta coi progressisti o con il surrogato del centrodestra

Caro bollette: «Via addebito bancario, rateizzazione automatica, l’extra costo a carico di chi fa extra profitti. Chi ha svenduto i servizi pubblici ora ci metta la faccia»

Redazione Staff

Olimpiadi, Violi: «In merito ai ritardi le parole di Fontana sono surreali»

Redazione Staff