Home Dario Violi La Lombardia approva una buona legge per lo sviluppo delle imprese

La Lombardia approva una buona legge per lo sviluppo delle imprese

0
0

Il Consiglio regionale della Lombardia ha approvato, con il voto favorevole del Movimento 5 Stelle, il progetto di legge n. 111 dal titolo “Impresa Lombardia: per la libertà di impresa, il lavoro e la competitività”.

Dario Violi, consigliere del Movimento 5 Stelle, spiega: “E’ una  legge ben fatta e innovativa anche se, vista la gravità della crisi, non possiamo abbandonarci a facili entusiasmi: saranno i provvedimenti attuativi della Giunta a renderla realmente efficace e su questo vigileremo. La palla passa a Maroni perché concretamente incentivi gli imprenditori a fare impresa sul nostro territorio”.

“E’ una legge – continua Violi – che offre agevolazioni e impone controlli alle imprese e che può realmente sostenere lo sviluppo economico e la competitività, due tra gli obiettivi elettorali del Movimento 5 Stelle. Ci tenevamo a rimettere al centro dell’attenzione della politica lombarda la parola liquidità. Da anni la stretta creditizia delle banche penalizza le imprese, anche se sane. Finlombarda deve impegnarsi maggiormente in accordi quadro con le banche perché possano avere accesso al credito con i fondi rotativi”.

“E’ una legge che sburocratizza senza rinunciare a controlli efficienti sull’attività delle aziende da remoto. Con la legge 111, alla quale abbiamo lavorato con impegno, siamo finalmente in grado di dire agli imprenditori lavora, sarà più facile investire e i controlli saranno seri e efficaci. Questa politica avrà ricadute positive su ambiente, salute e sicurezza con uno sguardo alla sostenibilità delle aziende ospitate sul territorio lombardo che va tutelato. ???Ho presentato due ordini del giorno, uno per chiedere una maggiore attenzione alle attività produttive in zone di montagna, alle quali va dato il giusto sostegno e l’altro per incentivare l’utilizzo del telelavoro, strumento molto utilizzato in europa e molto poco in Italia, che migliorerebbe la conciliazione famiglia lavoro, ridurrebbe i tempi di spostamento, di conseguenza l’inquinamento e la necessità di nuove infrastrutture. Bene anche  la moneta complementare: uno tra gli strumenti che offre nuove garanzie di credito all’impresa, che abbiamo fortemente voluto inserire e rappresenta un punto del nostro programma elettorale. Non parliamo di moneta lombarda ma di azioni compensative già sperimentati con successo in molti paesi europei”, conclude Violi.

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali