Home Notizie Referendum “no euro”. I banchetti di M5S in Lombardia questo week end
0

Referendum “no euro”. I banchetti di M5S in Lombardia questo week end

0
0

Continua la campagna nazionale di raccolta firme per la legge costituzionale di iniziativa popolare per indire un referendum di indirizzo sull’euro del Movimento 5 Stelle.

Lungo tutta la penisola saranno presenti i nostri banchetti organizzati dai gruppi locali in cui sarà possibile, per tutti i cittadini iscritti nelle liste elettorali italiane, firmare e portare in discussione in Parlamento la legge di indizione del referendum. Il Movimento 5 stelle non punta a raccogliere solo le 50.000 firme necessarie per il deposito della iniziativa di legge, ma a raccogliere più di un milione di firme di comuni cittadini che da troppo tempo chiedono solo più democrazia e la libertà di scegliere un futuro migliore. Saranno decine i banchetti di raccolta organizzati in Lombardia. Li trovate a questo link: https://www.lombardia5stelle.it/2014/12/19/continua-la-raccolta-firme-fuoridalleuro-ecco-la-mappa-dei-banchetti-in-lombardia/

Vogliamo costringere il Parlamento ad ascoltare il popolo italiano, a discutere la legge ed esprimersi se consultare o meno gli italiani su un tema fondamentale per il nostro futuro.  L’Italia è in una situazione drammatica, travolta da povertà, corruzione e malaffare. Gli italiani come primo passo devono riprendersi il Paese e la sovranità su di esso, a partire da quella monetaria, necessaria  per stampare una moneta associata al valore della nostra economia ed evitare di essere strozzati dagli interessi delle banche private.

Le imprese inoltre sono costrette a licenziare, oppresse da una tassazione abnorme imposta per rimanere nei parametri dall’euro. Fuori dall’euro per liberare le imprese e creare più lavoro!

Uscire dall’euro significa anche conservare lo Stato sociale, perché all’Italia, per restare nella moneta unica, vengono imposti tagli lineari e selvaggi su sanità, welfare e scuola.

Con l’euro l’Italia è in recessione da anni, il PIL è ai livelli del 2000. Uscire dall’euro consentirà alle imprese di essere più competitive nelle esportazioni e creare nuovo lavoro e ricchezza per il Paese.

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali