Home Iolanda Nanni Concorso di ATS Pavia annullato per le domande “troppo complesse”. Interrogazione M5S.
Concorso di ATS Pavia annullato per le domande “troppo complesse”. Interrogazione M5S.

Concorso di ATS Pavia annullato per le domande “troppo complesse”. Interrogazione M5S.

0
0

In questi giorni ha destato scalpore la notizia, ripresa anche a livello stampa nazionale, dell’annullamento degli esiti di un concorso per un posto a tempo indeterminato all’ATS (Agenzia di Tutela della Salute) di Pavia: la cittadina che ha vinto il concorso, l’unica valutata idonea fra i partecipanti, ha annunciato ricorso al TAR e il Ministero della Pubblica Amministrazione ha dichiarato che approfondirà il caso. In particolare, destano legittime perplessità le motivazioni dell’annullamento, incentrate su una generica e non meglio specificata “eccessiva complessità” delle domande.

Sulla vicenda la Consigliera regionale M5S Iolanda Nanni, prima firmataria di un’interrogazione regionale, dichiara: “La lettura del decreto di annullamento desta alcune perplessità, in particolare nelle motivazioni. Il decreto infatti parla di una generica e non meglio specificata “eccessiva complessità” delle domande, ma tale presunta “eccessiva complessità” delle domande non viene contestualizzata né in riferimento ai requisiti del bando, né in riferimento alle caratteristiche delle mansioni da espletare da parte dei potenziali candidati. Appare paradossale che una selezione venga annullata in quanto il candidato selezionato, peraltro l’unico giudicato idoneo, risulterebbe troppo idoneo, cioè troppo competente!”

“Riteniamo – continua Nanni – che, in procedure pubbliche così delicate, ogni scelta effettuata debba essere sempre puntualmente motivata con precisi riferimenti al bando, nonché a criteri oggettivi e verificabili, per queste ragioni abbiamo deciso come M5S  di chiedere una immediata verifica da parte della Giunta sul decreto della ATS di Pavia che è un ente regionale controllato direttamente dalla Regione. Il criterio di selezione, all’interno degli enti pubblici, deve essere sempre ispirato alla meritocrazia, mentre in questo caso sembra quasi che a essere troppo bravi e competenti si venga ingiustamente penalizzati”.

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali