Home Ambiente e Protezione Civile Grazie al M5S si comincia a vedere la luce in fondo al tunnel delle bonifiche Expo
Grazie al M5S si comincia a vedere la luce in fondo al tunnel delle bonifiche Expo

Grazie al M5S si comincia a vedere la luce in fondo al tunnel delle bonifiche Expo

0
0

risposta-Maroni

Ancora non possiamo cantare vittoria ma sicuramente, grazie al nostro lavoro come consiglieri regionali e al supporto degli attivisti, la nebbia che avvolge la questione delle bonifiche dei terreni su cui sorge Expo2015, per cui abbiamo imbastito un’azione potente di trasparenza fatta di richieste di accesso agli atti, audizioni e interrogazioni, che hanno fin qui sbattuto contro il muro di gomma delle istituzioni, inizia a diradarsi.

Infatti, abbiamo avuto risposta alla lettera aperta rivolta al Presidente Maroni in cui chiedevamo espressamente che i costi di bonifica, circa 25 milioni di euro, non ricadessero sui cittadini, cittadini che per questa esposizione universale hanno già pagato abbastanza con la speculazione iniziale dei terreni, la corruzione e i tentacoli d’asfalto che in nome di Expo hanno cancellato per sempre terreni trasformandoli in nuove autostrade e tangenziali totalmente inutili e a tutt’oggi deserte.

Il Governatore ha quindi dato mandato al consigliere di Regione Lombardia presente nel Consiglio d’Amministrazione Domenico Aiello di inserire all’ordine del giorno del prossimo CdA (a fine luglio) le tematiche relative alle bonifiche ambientali dei terreni Expo 2015, come da nostra richiesta! E lo stesso Aiello ha richiesto espressamente la mia presenza durante la seduta del Cda in questione.

Siamo di fronte a un primo passaggio importante per arrivare alla quantificazione “reale” dei costi delle bonifiche ambientali e, soprattutto, per rivalersi nei confronti di Arexpo e mettere al riparo i cittadini lombardi da un nuovo salasso.

Su questo tema niente e nessuno potrà distoglierci dal nostro obbiettivo finale: il conto delle bonifiche dei terreni su cui sorge Expo non deve ricadere sui contribuenti ma deve essere fatto pagare ai proprietari iniziali dei terreni, famiglia Cabassi e Fondazione Fiera, principalmente!

Silvana Carcano – Portavoce Regionale M5S Lombardia

tags:

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali