Home Legalità e trasparenza I partiti vietano ai consiglieri regionali di assistere alle sedute della Giunta. Grave problema di trasparenza in Lombardia
I partiti vietano ai consiglieri regionali di assistere alle sedute della Giunta. Grave problema di trasparenza in Lombardia

I partiti vietano ai consiglieri regionali di assistere alle sedute della Giunta. Grave problema di trasparenza in Lombardia

0
1

AccessoVietato3+Il Consiglio regionale della Lombardia ha bocciato una mozione che chiedeva una modifica del Regolamento della Giunta in modo che consentisse l’accesso ai consiglieri regionali alle sedute della Giunta e ai tavoli di lavoro nello svolgimento della loro funzione di controllo.
Il Movimento 5 Stelle, per ben due volte, si è presentato a Palazzo Lombardia per chiedere di assistere ad una seduta della Giunta e a un tavolo di lavoro tecnico che discuteva e deliberava sui lavori di Trasformazione della SP Rho Monza in autostrada. il Movimento 5 Stelle avrebbe voluto capire le ragioni per le quali la Giunta regionale, nonostante la richiesta del Consiglio regionale all’unanimità indirizzava la Giunta verso l’interramento dell’opera, continuasse a lavorare per costruire l’infrastruttura all’aperto, in sopraelevata, in centro abitato, con grave danno per la salute dei cittadini e impatto ambientale insostenibile. In entrambe le occasioni il Movimento 5 Stelle si è visto sbarrare le porte dalla Giunta.

Silvana Carcano, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Lombardia, dichiara: “Il Consiglio non può essere continuamente disatteso e quello che delibera non può essere ignorato. Non comprendiamo come un voto preso all’unanimità dal Consiglio regionale possa essere completamente stravolto dalla Giunta. Chi governa in Lombardia si prende gioco della volontà dei cittadini e in zona si mettono in atto azioni al limite del denunciabile, come sondaggi telefonici, commissionati da Serravalle, che cercano di creare consenso sull’opera interpellando anche minorenni.
Sono metodi vergognosi: bisogna aprire le porte ai cittadini, dialogare e rispettare gli atti di indirizzo del Consiglio regionale. Per questo chiedevamo che almeno i consiglieri regionali potessero assistere, previa richiesta scritta, alle sedute di Giunta”.

Stefano Buffagni, Consigliere del Movimento 5 Stelle, dichiara: “La nostra riflessione da unica opposizione è: come possiamo far valere quello che è stato deciso in aula? Se l’esecutivo va contro le decisione dell’organo legislativo che cosa facciamo? Il Consiglio è sovrano. Vogliamo cambiare rispetto a quanto visto fin qui. Non posso accettare che la Giunta decida in modo diverso da quanto deliberato dal Consiglio. Non siamo pazzi ne stravaganti come qualcuno ha sostenuto in aula. Noi vogliamo cambiare le cose nei fatti, non a parole. Vogliamo ridare valore alla politica depauperata in questi anni.”.

Paola Macchi, Consigliere del Movimento 5 Stelle Lombardia, dichiara “Il mondo cambia ma evidentemente qualcuno no. Ci chiediamo quali segreti si volessero tutelare a questo tavolo, visto che il consiglio aveva discusso e deliberato all’unanimita’ in senso contrario. Nell’ottica di una collaborazione serena tra Giunta e Consiglio sarebbe utile e importante permettere ai consiglieri di assistere a sedute e tavoli tecnici qualora l’argomento sia di loro interesse, visto che dovrebbero lavorare in sinergia per far funzionare al meglio la regione”

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali