Home Dario Violi Nuovo caso di “eccellenza lombarda” in Sanità: primario arrestato per tangenti e danni ai pazienti
Nuovo caso di “eccellenza lombarda” in Sanità: primario arrestato per tangenti e danni ai pazienti

Nuovo caso di “eccellenza lombarda” in Sanità: primario arrestato per tangenti e danni ai pazienti

0
0

“Ho rotto il femore a una vecchietta per allenarmi”

Il primario del più importante centro di ortopedia di Milano è stato accusato di ricevere denaro e benefici dai colossi farmaceutici di cui sponsorizzava le protesi. L’accusa riguarda anche gravi danni ai pazienti: in un’intercettazione il medico dichiara di avere intenzionalmente rotto il femore a una donna anziana per poter fare pratica con una nuova tecnica di intervento.

Ma la lista è ancora più lunga. Fino ad arrivare alla morte di un paziente disabile a seguito di complicazioni post operatorie per cui l’ospedale fu condannato a un risarcimento.

Il Movimento 5 Stelle Lombardia è intervenuto prontamente sul caso. Assistiamo continuamente a scandali, abusi, maltrattamento di pazienti e sprechi enormi in Sanità. Fare controlli sembra più un fastidio per la Regione che uno strumento per la prevenzione dei casi di malasanità. Controlli che sono fondamentali sia per la tutela dei pazienti che per le casse della Regione. Ed è chiaro che se ci fosse una reale volontà di intervenire, casi come questo non si esisterebbero.

Le verifiche in Sanità sono un investimento sulla sicurezza della qualità dei servizi erogati e sul corretto utilizzo delle risorse, sono sempre stati e saranno il cardine della nostra azione di governo regionale e nazionale. Sull’ennesimo caso di malasanità come questo avvenuto al Pini chiederemo un’audizione urgente con i vertici della struttura per capire come sia potuto accadere un fatto di tale gravità in quella che è considerata la punta di diamante dell’ortopedia lombarda. 

Paola Macchi e Dario Violi, M5S Lombardia