Home Ambiente Sicurezza acque lago Maggiore, sì alla mozione del M5S Lombardia con voto contrario della Lega
Sicurezza acque lago Maggiore, sì alla mozione del M5S Lombardia con voto contrario della Lega

Sicurezza acque lago Maggiore, sì alla mozione del M5S Lombardia con voto contrario della Lega

0
0

Il Consiglio regionale ha approvato, nonostante il voto contrario della maggioranza, una mozione del M5S Lombardia che chiedeva di “mettere in atto con la massima urgenza tutti i provvedimenti e gli atti” utili a “salvaguardare l’incolumità e la sicurezza all’interno delle acque territoriali interne e, nello specifico, della Provincia di Varese”.

Paola Macchi, consigliera regionale del M5S Lombardia, dichiara: “Un risultato concreto per il nostro lago nonostante l’opposizione della Giunta Maroni.  La mozione è passata per un solo voto e con il parere contrario della Giunta e della maggioranza : Lega e Forza Italia, al di là delle promesse elettorali, evidentemente non sono interessate a fare il massimo per garantire la sicurezza sul nostro lago.  Le Polizie Nautiche Provinciali erano corpi specialistici dediti al pattugliamento dei laghi e dei fiumi della nostra Regione, all’assistenza dei natanti in difficoltà e dei bagnanti in pericolo. Con la Legge Del Rio sono state smantellate, creando un vuoto in termini di sicurezza come ci ha attentamente segnalato il vicesindaco di Angera Marco Brovelli che ringraziamo. Dal giugno 2015 la competenza è passata in capo alla Regione che non ha però ancora provveduto a garantire in modo stabile questo servizio fondamentale per la sicurezza di chi frequenta il nostro bellissimo lago. I fondi che sono stati stanziati a Gdf e vigili del fuoco sono evidentemente insufficienti, tant’e’ che un’altra nostra richiesta per tutelare la sicurezza dei cittadini nella zona lacustre, cioè quella di acquistare un mezzo bimodale per i vigili del fuoco di Luino in modo da poter soccorrere treni in situazione di emergenza nelle varie gallerie che saranno attraversate da Alptransit, e’ stata respinta a luglio durante il bilancio. Ci chiediamo a qesto punto quanto stia a cuore a Maroni la sicurezza dei cittadini che frequentano il territorio lacustre. “.

“Con l’approvazione della nostra mozione specifica sul Lago Maggiore – continua Macchi – la Lombardia dovrà risolvere l’incresciosa situazione che comporta che il pattugliamento di 212 chilometri quadrati di superficie lacustre sia in capo a una sola imbarcazione della GdF di Cannobio. Ai cittadini del lago e ai tanti turisti che lo frequentano non bastano le promesse, ci vogliono fatti concreti, ed e’ quello che chiediamo noi del Movimento 5 stelle”.