Home Legalità e trasparenza “La Repubblica delle stragi”, il video completo del convegno con Salvatore Borsellino
“La Repubblica delle stragi”, il video completo del convegno con Salvatore Borsellino

“La Repubblica delle stragi”, il video completo del convegno con Salvatore Borsellino

0
3

Venerdì si è tenuto a Palazzo Pirelli l’evento “La Repubblica delle stragi – 1978-1994, il patto di sangue tra Stato, mafia, P2 ed eversione nera” con Salvatore Borsellino, fratello di Paolo, Antonella Beccaria, Stefano Mormile, Fabio Repici e Giuseppe Pipitone.

GUARDA IL VIDEO COMPLETO

Il Consigliere regionale del M5S Lombardia Luigi Piccirillo ha rimarcando il valore della presenza nella sede istituzionale di “Salvatore Borsellino, fratello del giudice Paolo, barbaramente ucciso da Cosa nostra” e auspicando che per l’occasione “si porti un po’ di luce di legalità in un luogo che ha visto sin troppo il buio della corruzione e del malaffare. Nel maggio scorso Giuseppe De Donno, ex colonnello dei Ros dei carabinieri e il generale del stesso reparto, Mario Mori, sono stati condannati rispettivamente a 8 e 12 anni dal tribunale di Palermo. Essi si fecero portatori, presso le istituzioni, del messaggio dei clan. Mario Mori e Giuseppe De Donno, qui in Regione Lombardia, non furono degli estranei.  Nel 2009 Formigoni li volle per comporre una task force contro la Mafia. Proprio per questo siamo qui a chiedere che nella nostra regione si cambi corso”.

Monica Forte, Presidente della Commissione regionale Antimafia, ha sottolineato “l’enorme valore del confronto sui temi della legalità e del contrasto alle mafie nelle sedi istituzionali. La trattativa Stato Mafia è tra le pagine più vergognose della recente storia politica perché contraria ai fondamenti democratici del nostro Stato. La compromissione politica con le mafie è ignobile. Stiamo lavorando duramente a tutti i livelli perché le Istituzioni pubbliche si dotino di strumenti per il contrasto alle infiltrazioni mafiose. La strada è ancora lunga, ma le mafie possono essere vinte”.

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali