Home Expo Verbali Arexpo: dopo il Consiglio di Stato obiettivo più vicino.
Verbali Arexpo: dopo il Consiglio di Stato obiettivo più vicino.

Verbali Arexpo: dopo il Consiglio di Stato obiettivo più vicino.

0
0

La questione dei verbali del Cda di Arexpo richiesti dal M5S si avvia, forse, alla conclusione. Era infatti fissata per oggi l’udienza del Consiglio di Stato a cui si era appellata la società pubblica che ha il compito di gestire il post Expo, nel tentativo ultimo di non fornirci i verbali che chiediamo da tempo e che è nostro diritto avere, come affermato anche dal Difensore Regionale e dalla sentenza del Tar che aveva accolto la nostra richiesta di esibizione dell’ordine del giorno. Nel corso dell’udienza Arexpo ha rinunciato alla richiesta di sospensiva cautelare che aveva presentato perché riteneva che la divulgazione del verbale avrebbe arrecato un “danno grave e irreparabile”. A questo punto possiamo attivare l’esecuzione della sentenza del TAR e se Arexpo non fornisce l’ordine del giorno del verbale del Cda incorrerebbe anche nel reato di inosservanza di provvedimento dell’autorità (ex articolo 650 del codice di procedura penale). La prossima udienza di merito è stata fissata per il 19 ottobre, ma nel frattempo noi agiremo in sede di ottemperanza al Tar di Milano per ottenere l’immediata esecuzione della sentenza (che è esecutiva e perché sono ampiamente trascorsi i 15 giorni fissati dal giudice per l’esecuzione). Non staremo con le mani in mano ad aspettare altri inutili mesi per una documentazione che, in qualità di consiglieri regionali, è nostro diritto ricevere. E’ irreale lottare con le unghie e con i denti per rincorrere un’amministrazione che dovrebbe essere pubblica e aperta ai cittadini. Ma ora non c’è più nessun tribunale a cui possono appellarsi. Nessun pretesto, obiezione e richiamo alla privacy che tenga. Ora c’è soltanto una strada, quella della trasparenza. Una strada che solo il M5S ha avuto il coraggio di percorrere, mentre le altre forze politiche in Consiglio Regionale dormono.

tags:

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali